Lazio, 500 mila euro per riqualificare personale sanitario

Zingaretti: " esempio concreto di politiche attive per il lavoro"

In arrivo 500 mila euro per riqualificare il personale sanitario con le qualifiche di ausiliario, operatore tecnico (Ota) e addetti all'assistenza (Adest) in servizio presso le strutture accreditate con il servizio sanitario regionale e posto in mobilità. A stanziarli la Giunta regionale del Lazio, su proposta congiunta della presidenza e dell'assessorato alla Formazione.
 
I lavoratori interessati sono 1.000, e diversamente avrebbero corso il rischio di essere inidonei al lavoro e di non avere un'altra possibilità d'impiego. In base ai nuovi criteri di accreditamento, infatti, queste figure professionali non hanno più spazio nell'organico necessario al funzionamento delle strutture, poiché al loro posto è prevista la figura dell'operatore socio sanitario (Oss).
 
Da qui l'esigenza di mettere in campo processi di formazione per riqualificare queste professionalità, permettendo ai lavoratori di partecipare con gli strumenti più adeguati al cambiamento in corso, ma anche di assicurare una migliore assistenza ai malati. I corsi saranno organizzati direttamente dalla Regione attraverso i Centri di formazione aziendali, sede di corsi di laurea delle professioni infermieristiche, operativi nelle varie aziende sanitarie locali, e questo per garantire un livello qualitativamente alto della formazione che sarà erogata a costi più bassi. 
 
"Questo è un esempio concreto di politiche attive per il lavoro – spiega il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – Con questi corsi riqualifichiamo 1.000 lavoratori fornendo loro gli 
strumenti adeguati per il cambio di passo necessario a seguire il processo di modernizzazione in corso nella sanità del Lazio e, allo stesso tempo, offriamo loro una nuova prospettiva di impiego".