AstraZeneca, ricavi in crescita (+5%) nel terzo trimestre

Continua il trend positivo. Braggio (AstraZeneca Italia): "Obiettivi raggiunti e superati"

I ricavi di AstraZeneca crescono del 5% nel terzo trimestre per un valore di 6 miliardi e 452 milioni di dollari, mentre nei primi nove mesi del 2014 l'incremento è stato del 4%. 

"I risultati – commenta Nicola Braggio, presidente di AstraZeneca Italia – confermano il trend positivo e sono in linea con l'ambiziosa strategia di crescita di AstraZeneca. Nel 2014 abbiamo già raggiunto o superato gli obiettivi di leadership scientifica che ci eravamo posti, e siamo ottimisti che il quarto trimestre possa portare importanti novità sia per quanto riguarda i dati relativi agli studi, sia per ciò che concerne gli iter regolatori e approvativi. In questo contesto l'Italia continua a rappresentare per AstraZeneca un Paese importante, con significativi investimenti in ricerca clinica e il coinvolgimento di 120.000 pazienti arruolati in oltre 500 centri di eccellenza".

Nel dettaglio, ticagrelor ha registrato un +78%, con “ottime performance in tutti i mercati”, fa notare l'azienda. Crescita a tre cifre (+139%) per il comparto diabete, grazie anche a dapagliflozin negli Stati Uniti e alla buona performance di exenatide per sospensione iniettabile a rilascio prolungato. Il respiratorio cresce dell'11% con la combinazione budesonide e formoterolo.

I mercati emergenti segnano un +12% con una notevole performance in Cina (+22%). Stabile, invece, il mercato giapponese.