Pfizer rileva la società biotech svizzera Redvax

L’operazione, di cui non sono noti i termini finanziari, permette di acquisire il vaccino sperimentale in fase di sviluppo preclinico contro il citomegalovirus

Pfizer ha annunciato lunedì scorso di aver rilevato una quota di maggioranza della società Redvax, spin-off della Redbiotec, società biofarmaceutica svizzera con sede a Zurigo-Schlieren. L’accordo, di cui i termini finanziari non sono stati resi noti, consente a Pfizer di acquisire il vaccino sperimentale in fase di sviluppo preclinico contro il citomegalovirus umano (CMV), e una piattaforma tecnologica relativa allo sviluppo un altro vaccino, non reso noto.

Il virus della famiglia dell'Herpes colpisce circa il 50-90% della popolazione adulta, che nella maggior parte dei casi non mostra sintomi. Particolarmente esposte sono le donne in età fertile che se infettate durante la gravidanza e possono trasmettere l'infezione al feto, con conseguenze per tutta la vita. Un bambino su cinque, infatti, nato con infezione da Cmv, può mostrare sintomi come perdita dell'udito e gravi disturbi neurologici.

“Stiamo lavorando per portare sul mercato vaccini innovativi in grado di prevenire e curare malattie gravi", ha riferito in un comunicato stampa Kathrin U. Jansen, vice presidente senior e CSO della Vaccine Research & Development di Pfizer. “Attraverso l'acquisizione dell’innovativo vaccino contro il Cmv della Redvax e le competenze, cercheremo di sviluppare un vaccino per prevenire una malattia difficile che può avere un impatto devastante e permanente sui bambini”.

L’acquisizione amplia ulteriormente il portfolio vaccinale della società farmaceutica americana, che sta puntando sempre di più sul settore, anche dopo l’acquisto dei vaccini in commercio della Baxter International nel luglio del 2014.

“Siamo lieti di aver completato questo accordo con Pfizer – ha commentato Christian Schaub, CEO di Redbiotec e Amministratore Delegato di Redvax – leader mondiale nei vaccini. Rappresenta un passo importante verso lo sviluppo di un vaccino necessario per l’infezione da Cmv. Noi crediamo che la combinazione di attività di Redvax con impegno, competenza e risorse di Pfizer aumenterà notevolmente il potenziale di sviluppo di questo importante vaccino”.