L’Istituto Nazionale dei Tumori diventa Centro di riferimento per l’Oncologia dell’Università degli Studi di Milano

La convenzione, con durata quinquennale, è stata firmata oggi alla presenza dell’Assessore regionale alla Salute Mantovani

È stato siglato questa mattina, alla presenza dell’Assessore regionale alla Salute Giuseppe De Leo l’accordo tra l’Università degli Studi di Milano e l’Istituto Nazionale dei Tumori (Int), che entra così a fare parte del polo centrale universitario come punto di riferimento in ambito oncologico.

Un riconoscimento, sancito da una delibera della Regione Lombardia dello scorso 30 gennaio, che ribadisce la centralità dell’Int sotto il profilo della ricerca e della formazione, e che rafforza la collaborazione già in essere fra il polo sanitario e l’Ateneo. Da diversi anni l’Università ha sottoscritto accordi con l’Istituto per l’utilizzo di spazi per la didattica, laboratori di ricerca e strutture assistenziali a supporto delle scuole di specializzazione nell’area medico/sanitaria (per esempio la scuola di specializzazione in Oncologia medica, il Corso di Laurea in Infermieristica e alcuni master).

“Esprimo grande soddisfazione per la firma di questa convenzione, di durata quinquennale, che riconosce a  Int un ruolo di riferimento in Oncologia” ha sottolineato il presidente dell’Istituto Nazionale dei Tumori, Giuseppe De Leo che ha anticipato: “Il piano di sviluppo della collaborazione con l’Università, prevede, per il  prossimo futuro, investimenti mirati in alcune aree dell’oncologia: dai sarcomi ai tumori rari, dai tumori di testa e collo a quelli epatici, senza dimenticare le cure palliative”.

La delibera e la convezione nascono per rispondere alle esigenze di formazione avanzata del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, e in particolare per implementare attività formative – didattiche e scientifiche – di ambito oncologico.

“Attraverso la delibera approvata dalla Giunta di Regione Lombardia lo scorso 30 gennaio – ha commentato il Vice Presidente e Assessore alla Salute Mario Mantovani – si allarga l’offerta didattica dei corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia, andando a ribadire ulteriormente la centralità sotto il profilo della ricerca e della formazione dell’Istituto dei Tumori di Milano che insieme agli altri 18 IRCCS rappresentano un’eccellenza per Regione Lombardia. E’ nostra intenzione rafforzare ancora di più il loro ruolo come punto di riferimento in ambito formativo all’interno del percorso d’aggiornamento del modello socio sanitario lombardo che la Giunta regionale sta portando avanti”.