In Friuli nuove regole per il superticket

Ora può variare da 5 a 20 euro. Per le prestazioni di costo inferiore ai 5 euro, invece, non è più prevista alcuna quota fissa. Lo ha deciso la Giunta

In Friuli Venezia Giulia il superticket diventa variabile. Parliamo della quota finora fissata a 10 euro che i cittadini non esenti devono pagare in aggiunta al ticket per ogni ricetta del Servizio sanitario.

 
Ora, questo contributo varierà da 1,5 euro per le prestazioni che valgono tra 5 e 10 euro, fino a 20 per quegli esami che superano in valore i 70 euro. Per le prestazioni di costo inferiore ai 5 euro, invece, non è più prevista alcuna quota fissa. A deciderlo, oggi, la Giunta regionale. L’obiettivo è quello di ridurre la differenza tra quanto pagato dal cittadino e il costo effettivo della prestazione, nell’ottica di una equa compartecipazione.

 
Per il Servizio sanitario del Friuli Venezia Giulia l’impatto economico dell’introduzione del nuovo sistema dovrebbe essere equivalente. Si vogliono in particolare evitare le disparità di trattamento con i cittadini che chiedevano la prestazione con ricetta e che pagavano i 10 euro, importo che non era invece dovuto per quelli che si presentavano con la cosiddetta “ricetta bianca”, che veniva preferita vanificando di fatto anche il gettito derivante dalla compartecipazione alla spesa. In alcuni casi l’importo risultava addirittura superiore al valore della prestazione.