Sorin-Cyberonics, siglato l’accordo definitivo per la fusione

Dall'integrazione fra l'azienda italiana e quella statunitense nasce un gigante nel settore biomedicale da 2,4 milioni di euro

Le nozze fra l’italiana Sorin e l’american Cyberonics sono ormai ufficiali: con la sigla dell’accordo finale annunciata oggi nasce un gruppo mondiale del settore biomedicale dal valore di 2,4 miliardi di euro.

“In data odierna, in esecuzione delle deliberazioni relative all’operazione di fusione con Cyberonics, adottate all’unanimità da parte dei Consigli di amministrazione di entrambe le società, già rese note al mercato il 26 febbraio – si legge in una nota di Sorin – è stato sottoscritto l’accordo definitivo relativo alla fusione. Il perfezionamento dell’operazione è subordinato all’approvazione delle assemblee di Sorin e Cyberonics, al preventivo rilascio delle necessarie autorizzazione Antitrust e di quelle delle competenti autorità di vigilanza, oltre che ad altre condizioni tipiche per questo genere di operazioni”.

André-Michel Ballester, attuale amministratore delegato di Sorin, sarà l’ad della newco, mentre l’amministratore delegato di Cyberonics, Dan Moore, sarà nominato presidente non esecutivo. La nuova entità, che avrà ricavi pro-forma pari a circa 1,3 miliardi di dollari, avrà sede nel Regno Unito e sarà quotata al Nasdaq e al London Stock Exchange.