Farmaci sotto monitoraggio: prima chiamata pubblica Aifa per esperti valutatori dei registri

Al primo comitato creato sarà affidata la valutazione di Tysabri (natalizumab) medicinale per il trattamento della Sclerosi multipla recidivante remittente ad elevata attività

Lanciata dall’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa)  la prima chiamata pubblica per la costituzione di Steering Committees dedicati alle analisi e alle valutazioni dei Registri dei farmaci sottoposti a monitoraggio: primo obiettivo l’analisi del Registro Aifa riguardante il medicinale Tysabri (natalizumab) con indicazione terapeutica per la Sclerosi multipla recidivante remittente ad elevata attività, ma già nelle prossime settimane verranno lanciate nuove call per la costituzione degli Steering Committees per la valutazione di Registri nell’area oncologica.  Il numero di componenti totali dei comitati sarà fissato di volta in volta anche in relazione alla complessità dei dati e dei Registri da analizzare; il direttore generale dell’Aifa, o un suo delegato, sarà componente di diritto: la composizione degli Steering Committees e le dichiarazioni di conflitto di interessi dei componenti verranno pubblicate sul sito dell’Aifa.

A darne notizia un comunicato dell’Authority in cui si sottolinea che l’Agenzia  intende in questo modo “restituire alla comunità scientifica i risultati provenienti dalla reale pratica clinica, fondamentali per l’allocazione efficiente delle risorse e una sempre più efficace tutela della salute pubblica” nella consapevolezza che i Registri “costituiscono un indiscutibile patrimonio per il Servizio sanitario sazionale  e un efficace strumento per il governo dell’appropriatezza d’uso dei medicinali”.

“In questo modo – prosegue la nota – l’Agenzia avvia un percorso finalizzato all’analisi dei Registri e alla successiva attività di divulgazione, coinvolgendo tutta la comunità scientifica interessata attraverso call aperte rivolte a medici, biostatistici, farmacisti e figure professionali con competenze di farmacoeconomia che costituiranno, insieme al personale Aifa, gli Steering Committees dedicati alle analisi e alle valutazioni dei Registri Aifa”. “La selezione di tali figure – conclude – terrà conto non solo dell’importanza e pertinenza della produzione scientifica, ma anche dell’effettivo contributo e rilevanza nel contesto assistenziale del Ssn relativo al Registro Aifa oggetto di analisi e della dichiarazione di conflitto di interessi secondo il Regolamento Aifa in vigore.