Medici di base e pediatri, revocato lo sciopero del 19 maggio

A tarda sera il comunicato del ministero della Salute: raggiunto l'accordo fra rappresentanti del Governo e sigle sindacali (Fimmg, Fimp, Cipe)

“Lo sciopero dei medici di base e dei pediatri di libera scelta convocato per il 19 maggio viene revocato per accordo sottoscritto tra i rappresentati del Governo e quelli delle sigle sindacali che lo avevano proclamato”. Così il ministero della Salute ha annunciato, ieri a tarda sera, l’esito dell’incontro convocato il 18 maggio alle 19 a Roma per scongiurare la mobilitazione indetta da Fimmg, Fimp e Cipe.

“La revoca dello sciopero dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta  è un grande risultato che abbiamo ostinatamente ricercato intanto per la tranquillità dei cittadini. Ma è anche un gesto di grande responsabilità delle parti in campo che ieri hanno costruito un rapporto di rinnovata fiducia per realizzare la buona sanità di domani”. A dichiararlo è il sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo, che aggiunge: “Quella di ieri, da parte di Governo e sindacati, è stata una vera e propria mediazione, condotta in modo serio da parte di tutti i protagonisti. A fronte della revoca dello sciopero, che fonda le sue ragioni sulle  preoccupazioni da parte dei medici che noi comprendiamo, abbiamo offerto un impegno tangibile che verificheremo sul campo fin dai prossimi giorni”.

IL TESTO DELL’ACCORDO