Policlinico Gemelli, 180 studi in corso e progetti per 14,5 milioni di euro

Si celebra oggi all’Università Cattolica di Roma la IV Giornata per la Ricerca. L’iniziativa, patrocinata di Expo, è dedicata quest’anno al rapporto fra cibo e salute.

Oltre 14 milioni e mezzo di euro di progetti finanziati, 180 sperimentazioni cliniche attualmente avviate, 16 brevetti attivi e depositati, 10 scienziati ‘top’ (con H-index maggiore di 50) e in tutto 850 medici e ricercatori in forze. Sono i numeri della ricerca dell’Universita Cattolica di Roma, che celebra oggi la quarta edizione della Giornata per la Ricerca, patrocinata quest’anno da Expo e dedicata al rapporto fra cibo e salute. “La Giornata per la Ricerca – afferma il preside di Medicina, Rocco Bellantone – è uno degli appuntamenti annuali più qualificanti nella vita della nostra Università in quanto consente di divulgare e di promuovere i progetti e i risultati degli studi svolti nella Facoltà di Medicina e Chirurgia e nel Policlinico Gemelli. La ricerca rappresenta un settore strategico per il nostro Ateneo, che vanta una produzione scientifica di estremo rilievo nel campo nazionale e internazionale, come riconosciuto anche in recenti indagini internazionali, e l’evento vuole restituirne correttamente l’importanza, mettendo in evidenza la professionalità, l’etica, l’entusiasmo e la preparazione di tutti i nostri oltre 700 ricercatori”.

“In questa quarta edizione l’obiettivo della Giornata è quello di rappresentare un’occasione di incontro con la società civile, gli enti finanziatori di ricerca (pubblici e privati), le aziende e i media – considera  Enrico Zampedri, direttore generale del Policlinico A. Gemelli – che miri non solo a valorizzare i più importanti risultati dei nostri studi e sperimentazioni, ma anche a promuovere al massimo le relazioni virtuose tra il mondo produttivo e le nostre attività di ricerca in grado di modificare le scelte di stili di vita e di consumo dei cittadini per la prevenzione e la cura della maggiori patologie umane”.

La Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, con il Policlinico Universitario “Agostino Gemelli”, è impegnata in numerosi progetti di ricerca relativi al tema della nutrizione a 360 gradi, che hanno già dato risultati promettenti con studi molecolari, sulle malattie del metabolismo, del circolo e infiammatorie, come anche sui tumori e l’invecchiamento.