Prestazioni Ssn, l’Aiop: “Il progetto IT DRG è una svolta epocale”

A un convegno dell’Associazione italiana ospedalità privata il confronto sul nuovo sistema di classificazione delle prestazioni ospedaliere e specialistiche

L’Associazione italiana dell’ospedalità privata (Aiop) plaude alla svolta in atto per il sistema di classificazione delle prestazioni ospedaliere e specialistiche e in particolare all’impulso dato dal ministero della Salute con il progetto IT DRG.  Di questo si è parlato oggi a Roma al convegno “Progetto IT-DRG – Torna a essere il modo per finanziare il Ssn?” promosso da Aiop. Importato dagli Usa su modello del sistema Medicare e applicato per la prima volta nel nostro Paese a metà degli anni ‘90, il sistema Drg (diagnosis-related group) prevede la classificazione e l’attribuzione dei costi delle patologie e dei relativi interventi.

Il progetto del ministero, che dovrebbe concludersi nel 2016, prende in esame 60 ospedali selezionati per una stima dei costi diretti per ogni caso trattato e per la definizione di statistiche allocative e fattori correttivi dei pesi relativi. “Il disegno originario dei Drg prevedeva delle misure importanti, come l’aziendalizzazione della componente pubblica del sistema sanitario, per la costituzione di una rete di aziende flessibili e virtuosamente competitive all’interno del pluralismo degli erogatori, tutti equamente pagati a prestazione. L’attuazione ha avuto un esito paradossale perché il progetto è stato applicato solo alle aziende private accreditate e solo loro sono state negli ultimi anni oggetto di pesanti tagli lineari”, commenta il presidente nazionale di Aiop, Gabriele Pellissero. “Oggi – prosegue – accogliamo come una svolta epocale l’attività del del ministero relativa ai Drg, un’iniziativa che dà valore allo straordinario bagaglio di dati ed esperienze tutti italiani di questi anni: è l’occasione per portare a termine una riforma non più procrastinabile per la sopravvivenza di un servizio solidaristico e universalistico”.