Agenas, Bevere: la responsabilità delle centrali di acquisto deve essere affidata a professionisti preparati

L’intervento del direttore generale dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali all’incontro dell’Associazione Economi del Lazio

calabria

“La centralizzazione degli acquisti sortirà gli effetti sperati se la responsabilità delle centrali di acquisto sarà affidata a professionisti preparati e in grado di garantire il possesso di requisiti e di competenze altamente qualificate e certificate”. È quanto dichiarato oggi da Francesco Bevere, direttore generale dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, a margine della giornata formativa proposta dall’Associazione Economi Lazio (Ael) “Gli indirizzi del Nuovo Codice degli Appalti” alla Camera dei Deputati.

“Efficienza e trasparenza nel settore sanitario – ha continuato Bevere – dipendono anche dalla specificità professionale degli economi e dei provveditori. Abbiamo trascurato per troppo tempo questa evidenza, alimentando così forti elementi di criticità, sia per quanto riguarda l’appropriatezza negli approvvigionamenti, sia per quanto riguarda il verificarsi di fenomeni corruttivi che interessano il settore e, in particolare, gli acquisti in sanità”. Per questo l’Agenzia sta elaborando, in collaborazione con Fare e nell’ambito del Protocollo d’intesa stipulato con la Scuola Nazionale dell’Amministrazione, percorsi formativi specifici per promuovere le capacità e le competenze dei professionisti impegnati nel ciclo degli approvvigionamenti. “Il nostro massimo sforzo – ha concluso il direttore dell’Agenas – è quello di impiegare al meglio le risorse economiche disponibili e combattere con ogni strumento e con tutte le forze i fenomeni di corruzione presenti anche nel sistema sanitario. In questo contesto, la Federazione Fare ricopre un ruolo rilevante, poiché è chiamata a stimolare tutte quelle iniziative che privilegiano la specificità professionale delle figure impegnate in un settore così delicato come quello degli acquisti”.