Ambiente, AbbVie ottiene il rinnovo della certificazione Emas per il sito di Campoverde

La certificazione Eco-Management and Audit Scheme, a cui l'azienda ha aderito volontariamente, è stata istituita dalla Commissione Europea per migliorare la performance ambientale delle imprese

Continua l’impegno di AbbVie a tutela dell’ambiente. L’azienda ha ottenuto il rinnovo della registrazione Eco-Management and Audit Scheme (Emas)  per lo stabilimento di produzione di Campoverde. Dal 2005 ad oggi, il consumo dell’acqua di falda nel sito è diminuito del 46% e la percentuale di rifiuti inviati a recupero ha raggiunto il 95% del totale. Inoltre, nel 2014, più del 60% dei solventi utilizzati nell’impianto chimico è stato recuperato e riutilizzato nel processo produttivo. Grazie all’aumento dell’efficienza e all’uso di fonti rinnovabili, inoltre negli ultimi 3 anni i consumi di energia elettrica si sono ridotti del 20% e l’autoproduzione ha coperto oltre il 90% del fabbisogno energetico dello stabilimento. La certificazione di qualità ambientale Emas, a cui AbbVie ha aderito volontariamente, è stata istituita dalla Commissione Europea per migliorare la performance ambientale delle imprese. In AbbVie la protezione dell’ambiente e la sicurezza sono strettamente connesse e parte integrante della nostra strategia, il cui obiettivo è porre al centro la salute delle persone – ha dichiarato il direttore di stabilimento Francesco Tatangelo  Negli ultimi dieci anni, l’implementazione delle nostre politiche di riduzione dell’impatto ambientale ha generato risultati eccellenti. Il nostro piano a lungo termine prosegue con rinnovato impegno e nella medesima direzione, integrando molti elementi come l’utilizzo sostenibile di acqua ed energia, il contenimento delle emissioni gassose e la riduzione dei rifiuti”.