Medicina difensiva, Lorenzin annuncia incontro con i medici sull’appropriatezza prescrittiva

La bozza del decreto ministeriale andrà in Conferenza Stato-Regioni, probabilmente la prossima settimana, dopo il confronto con associazioni di categoria e società scientifiche. Fimmg: "Non faremo mancare nostre osservazioni"

La bozza di decreto sull’appropriatezza prescrittiva di esami e visite mediche arriverà probabilmente in Conferenza Stato-Regioni la prossima settimana, dopo il confronto con le società scientifiche e le associazioni mediche. Lo ha spiegato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, al margine della conferenza stampa per la presentazione della nuova campagna del ministero contro il fumo.

Lo schema di decreto, infatti, è stato rinviato al ministero dal Consiglio superiore di sanità con alcune osservazioni. La direzione della programmazione sta ora lavorando a una sintesi. Il documento emendato, quindi, sarà inviato alle società scientifiche e ai medici. Se l’incontro con i camici bianchi, in programma per l’inizio della prossima settimana, sarà positivo, “il documento andrà in Stato-Regioni subito”, ha assicurato il ministro.

“Non faremo mancare le nostre osservazioni  siamo consapevoli del momento delicato che vive il Ssn, ci impegneremo perché le disposizioni del provvedimento non si riducano a un mero taglio di prestazioni, ma vadano nella direzione di comportamenti clinici orientati all’efficacia degli interventi”, aveva commentato il segretario generale della Fimmg, Giacomo Milillo, in un intervento pubblicato su Fimmg Notizie, la newsletter quotidiana della Federazione dei medici di medicina generale.