Poliomielite: Oms, la Nigeria esce dalla lista dei Paesi dove la patologia è endemica

Da un anno nella Nazione africana non ci sono più casi della malattia, che colpisce spesso i bambini ed è causata dalla scarsa igiene e dall'acqua contaminata. La patologia ancora endemica in Afghanistan e Pakistan.

La Nigeria non è più nella lista dei Paesi dove la poliomielite è endemica, cioè dove il virus è presente stabilmente. Lo ha reso noto l’Organizzazione mondiale della sanità durante il meeting della GlobalPolio Eradication Iniziative (Gpei) a New York. Da un anno nella Nazione africana non ci sono più casi della malattia, che colpisce spesso i bambini ed è causata dalla scarsa igiene e dall’acqua contaminata.

La polio attacca il sistema nervoso e provoca paralisi irreversibili entro poche ore:  l’ultima Nazione ad averla eradicata è stata l’India, che l’anno scorso è stata dichiarata ‘poliofree’; per poter dichiarare eradicata a malattia devono passare 3 anni senza che si ripresenti, quindi alla Nigeria ne servono altri 2.   Tuttavia, si tratta di un momento importante perché il Paese africano era uno dei tre al mondo – con Afghanistan e Pakistan – ad avere ancora la polio in forma endemica.

La malattia al momento non può essere curata e l’unico modo per prevenirla è vaccinarsi. In Nigeria come negli altri Paesi del mondo, il farmaco da assumere per via orale sta cedendo il posto a quello iniettabile. Il primo, contenendo una versione indebolita del virus, in rari casi poteva infatti scatenare una forma di polio. In Nigeria il percorso verso l’eradicazione non è tuttavia semplice a causa dell’opposizione della popolazione locale. Nel 2013 il Governo nigeriano ha dichiarò la polio emergenza sanitaria nazionale, facendo aumentare il numero di persone vaccinate anche grazie all’aiuto delle tribù e delle comunità religiose. Quest’anno sono 41 i casi di polio censiti a livello mondiale contro  i 200 nello stesso periodo dello scorso scorso.