Ritardi di pagamento: finanziamento Credifarma a costo zero per i farmacisti

Riconosciuto ai farmacisti aderenti alla finanziaria dei farmacisti il diritto al rimborso integrale del danno subito derivante dai ritardi nei pagamenti delle Dcr da parte della Asl.

Credifarma – finanziaria di categoria fondata nel 1987, proprietà di Federfarma (66%), Bnl – Gruppo Bnp Paribas (17%) e UniCredit Banca (17%), attiva su tutto il territorio nazionale con circa 4000 clienti-  ottiene per i suoi farmacisti il diritto al recupero totale degli interessi. Credifarma vede consolidarsi la Giurisprudenza favorevole del Tribunale di Viterbo grazie alle strategie giuridiche che hanno consentito alle 60 Farmacie associate di ottenere un significativo vantaggio.

Le recenti sentenze n. 463 e n. 1112 del 2014, già favorevoli, sono state confermate e migliorate da quelle emesse in questi ultimi giorni che hanno riconosciuto ai farmacisti
aderenti alla Credifarma il diritto al rimborso integrale del danno subito derivante dai ritardi nei pagamenti delle Dcr da parte della Asl, quantificandolo nella misura pari agli
interessi corrisposti per i finanziamenti. In altre parole le Farmacie aderenti a Credifarma si sono finanziate a tasso zero.

“Il consolidarsi di questo orientamento giurisprudenziale – dichiara Marco Alessandrini, amministratore delegato di Credifarma – è di buon auspicio e conferma che la gestione
in house delle azioni legali, caratteristica propria della Società, insieme alla trasparenza e alla correttezza gestionale, permette il totale abbattimento dei costi sostenuti dalla farmacia, che ricorre ai finanziamenti Credifarma”.