ViiV Healthcare acquista da Bristol-Myers Squibb asset R&S per terapie anti-Hiv

Siglati due accordi per prodotti in fase avanzata di sviluppo e anche per molecole allo stadio iniziale della sperimentazione

ViiV Healthcare, compagnia specializzata nei trattamenti anti-Hiv – con azionisti Gsk, Pfizer e Shionogi Ltd – ha annunciato la stipula di due accordi per acquisire da Bristol-Myers Squibb gli asset di Ricerca & Sviluppo per nuovi trattamenti contro il virus dell’Aids, sia quello relativo ai prodotti in fase avanzata di sviluppo clinico sia quello delle molecole in stadio iniziale di sperimentazione. Il completamento delle transazioni è previsto per l’inizio del 2016.

L’intesa relativa ai prodotti in fase avanzata – spiega Viiv in una nota – prevede un pagamento iniziale pari a 317 milioni di dollari, seguito da somme fino a 518 milioni legate al raggiungimento di determinati obiettivi di sviluppo e commercializzazione, oltre a royalty sulle vendite. L’accordo sulla pipeline in stadio iniziale prevede un primo pagamento pari a 33 milioni di dollari, seguito da pagamenti successivi fino a 587 mln più royalty.

“Con questi due accordi – dichiara Dominique Limet, ceo di ViiV Healthcare – siamo lieti di acquisire programmi di ricerca promettenti e pionieristici. Siamo ansiosi di svilupparli, con l’obiettivo di offrire nuove opzioni terapeutiche ai pazienti che convivono con l’Hiv. Queste operazioni rafforzano la nostra continua crescita in termini di business, nonché la nostra leadership e le nostre competenze in R&S”.