Virus Zika, in campo anche la coalizione internazionale delle agenzie regolatorie

L’Icmra– che riunisce 21 istituzioni di tutto il mondo – offre il proprio supporto all’Organizzazione mondiale della sanità

La Coalizione internazionale delle istituzioni regolatorie dei farmaci (Icmra) ha offerto il proprio supporto all’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per fronteggiare la diffusione del virus Zika. “Sarà prioritario – afferma in una nota l’organizzazione che riunisce 21 istituzioni regolatorie di tutto il mondo –  favorire la rapida messa a punto di test diagnostici che includano sia il materiale di riferimento in grado di garantire la comparabilità dei risultati, che i trattamenti e i vaccini contro il virus.  Questi obiettivi saranno raggiunti rafforzando la collaborazione internazionale e fornendo consulenza scientifica per lo sviluppo di tali prodotti”.

Poiché non sono attualmente disponibili vaccini o terapie e il loro sviluppo è in una fase iniziale, i componenti della Coalizione “si stanno scambiando informazioni sui dati dell’infezione in corso che destano serie preoccupazioni per la salute pubblica, e collaboreranno per esaminare possibili vaccini sperimentali e opzioni terapeutiche in modo da accelerarne lo sviluppo”.

I membri di Icmra – conclude la nota – si faranno inoltre garanti dell’efficienza dei processi regolatori per supportare lo sviluppo e la fornitura di farmaci sicuri per le popolazioni che ne abbiano bisogno in tutto il mondo.

Nei giorni scorsi l’Agenzia europea dei medicinali (Ema) ha annunciato l’istituzione di una task force di esperti per fornire per fornire consulenza su ogni aspetto scientifico e regolatorio per la ricerca e lo sviluppo di farmaci o vaccini contro il virus.