ViiV Healthcare completa l’acquisizione delle attività di ricerca anti-Hiv di Bms

La transazione ha ottenuto l’approvazione dell’antitrust negli Usa. Il processo di integrazione comincerà immediatamente.

ViiV Healthcare, azienda specializzata in trattamenti per l’HIV con azionisti Gsk, Pfizer e Shionogi, ha annunciato oggi la completa acquisizione a livello mondiale delle risorse di ricerca e sviluppo di Bms nell’Hiv-Aids oltre che della pipeline dei principi attivi in fase preclinica e di ricerca. La transazione, già annunciata a dicembre, ha ottenuto l’approvazione dell’antitrust negli Usa. L’azienda ha reso noto che comincerà il processo di integrazione immediatamente.

Nello specifico ViiV Healthcare ha acquisito i prodotti in fase avanzata di sviluppo compreso fostemsavir (BMS-663068), un inibitore dell’attacco del virus, attualmente in fase III di sviluppo per il trattamento dei pazienti già sottoposti a terapie massicce. Fostemsavir ha ottenuto la designazione di breakthrough therapy dalla FDA e si attende la registrazione del farmaco nel 2018. L’altro farmaco in fase avanzata di sviluppo è un inibitore della maturazione del virus (Bms-955176), attualmente in fase IIb di sviluppo sia per pazienti naive che per pazienti già trattati con farmaci. Infine, nell’accordo è previsto anche l’inserimento di un altro candidato inibitore della maturazione (Bms-986173). Le molecole in fase preclinica e di discovery includono  un farmaco biologico (BMS- 986197) con triplo meccanismo d’azione: inibitore addizionale della maturazione, inibitore allosterico dell’integrasi e inibitore capsidico.

In base ai termini finanziari della transazioni è stabilito un pagamento iniziale di 317 milioni di dollari da parte di Viiv Healthcare per l’acquisto dei farmaci in fase avanzata di R&D: alla prima commercializzazione di un farmaco è previsto inoltre un pagamento fino a 518 milioni di dollari, oltre a royalties sulle vendite. Inoltre per l’acquisto della ricerca sull’Hiv in fase preclinica e di discovery è previsto un ulteriore contributo di Viiv di 33 milioni di dollari, seguito al momento delle commercializzazione di una cifra che potrà raggiungere i 587 milioni di dollari, e la possibilità di ulteriori pagamenti da valutarsi in base alle future performance di vendita.