Ricerca indipendente, Melazzini (Aifa): “il nuovo bando 2016 partirà entro l’estate o subito dopo”

L'annuncio oggi a Bologna nel corso della conferenza nazionale della Fondazione Gimbe. Settimana prossima le proposte per il finanziamento dei progetti del bando 2012 arriveranno al Cda dell'Agenzia

Irccs Maugeri di Pavia

“La ricerca indipendente  ha un ruolo strategico per il nostro Paese e rappresenta una risorsa indispensabile per il Servizio Sanitario Nazionale e per i pazienti”. E’ quanto affermato oggi, durante la Conferenza Nazionale della Fondazione Gimbe a Bologna, dal presidente dell’Agenzia italiana del farmaco Mario Melazzini, che ha anticipato: “La prossima settimana porterò in Consiglio di Amministrazione le proposte per il finanziamento dei progetti già approvati con il Bando del 2012. Entro l’estate, o subito dopo, mi sono prefissato di far partire il nuovo Bando 2016 e di rispettare annualmente questa scadenza”. Per il presidente dell’Agenzia, rilanciare la ricerca indipendente di qualità in Italia è uno degli obiettivi strategici dell’Aifa ed è “una priorità del mio mandato”.

Lo scorso anno l’Agenzia ha sviluppato e condiviso con il Ministero della Salute un percorso di rilancio, attivando un’apposita Convenzione con la Direzione Generale della ricerca e dell’innovazione in sanità per valutare i progetti relativi al bando Aifa 2012. “Proseguiremo con i nuovi bandi che saranno focalizzati su poche ma specifiche tematiche – prosegue Melazzini  –  in funzione dell’importanza strategica di alcuni filoni di ricerca, tra cui i farmaci orfani e le malattie rare, il confronto fra approcci terapeutici, la sicurezza dei medicinali e la valutazione dell’appropriatezza d’uso”. I criteri di selezione “saranno stringenti per garantire l’elevato livello scientifico dei progetti, e quindi ricadute significative in termini di evidenze prodotte utili e funzionali per il nostro Servizio Sanitario Nazionale – conclude – nonché maggiori garanzie in termini di avvio tempestivo e conclusione degli studi nei tempi previsti”.