Dispositivi medici, l’Anac pubblica i prezzi di riferimento per siringhe, cerotti e cotone

In base alle stime dell’Autorità, se tutti i contratti con prezzi superiori si allineassero a quelli di riferimento per i 39 dispositivi in esame, sono attesi risparmi del 15-20% della spesa annuale

accesso vascolare

Un unico prezzo che avrà validità per tutto il territorio nazionale. L’Autorità nazionale anticorruzione (Anac) ha pubblicato oggi online la delibera sui prezzi di riferimento di 39 dispositivi medici, relativi a 25 differenti tipologie di siringa, 11 di cerotti e tre di ovatta di cotone. I prezzi erano stati approvati dal Consiglio dell’Autorità nella riunione dello scorso 2 marzo. Sulla base delle stime indicative – spiega la relazione dell’autorità – se tutti i contratti con prezzi superiori a quelli di riferimento si allineassero a questi ultimi, è possibile attendersi un risparmio valutabile nell’ordine del 15-20% della spesa annuale per i 39 dispositivi medici oggetto dell’intervento”. Il riordino era stato annunciato dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin durante il convegno “Acquisti trasparenti: la PA semplifica e spende meglio” che aveva segnato l’addio alle 35 mila centrali di acquisto, ridotte a sole 33 centrali uniche: una centrale nazionale di acquisto, la Consip, 21 centrali regionali, due province e nove città metropolitane. Contestualmente alla pubblicazione dei prezzi di riferimento, l’Autorità ha reso noti  i dati trasmessi dalle stazioni appaltanti e utilizzati ai fini dell’elaborazione dei prezzi di riferimento, corredati da una nota esplicativa contenente alcune precisazioni.

LA DELIBERA

LA TABELLA CON I PREZZI

I DATI TRASMESSI DALLE STAZIONI APPALTANTI