Accordo di collaborazione Agenas-Iss per ottimizzare le risorse del Ssn

In base all'intesa verranno sviluppati progetti coingiunti specifici che riguarderanno le politiche di organizzazione, gestione, monitoraggio, valutazione dei sistemi e il rilancio della ricerca scientifica del nostro paese a livello internazionale

Mettere a sistema le rispettive specificità, puntando a sviluppare programmi e progetti finalizzati a rilanciare e incentivare lo sviluppo della ricerca scientifica del nostro paese a livello internazionale. E’ l’obiettivo del nuovo accordo di collaborazione sottoscritto dall’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali  e dall’Istituto Superiore di Sanità. Firmata dal direttore generale Agenas Francesco Bevere e dal presidente dell’Iss Walter Ricciardi, l’intesa comprende azioni mirate ad incentivare innovazione, efficacia, efficienza ed equità del Ssn. In base all’accordo verranno sviluppati progetti specifici che riguarderanno le policy di organizzazione, gestione, monitoraggio e valutazione dei sistemi sanitari.

“Grazie a questa intesa – ha spiegato il direttore  Bevere  -sarà possibile far lavorare insieme le migliori professionalità della ricerca scientifica, di cui l’Iss è espressione, con le esperienze in ambito di programmazione, organizzazione e monitoraggio di Agenas, anche alla luce del Regolamento sulla definizione degli standard per l’assistenza ospedaliera. Vogliamo fare in modo che la ricerca sia messa al servizio della riorganizzazione delle reti di assistenza, per ridefinire un’offerta di salute per i cittadini al passo con le più importanti evoluzioni scientifiche”.

“Questo accordo è una prova concreta della volontà di creare sinergie tra le competenze delle principali istituzioni sanitarie del Paese – ha dichiarato Walter Ricciardi – E’ il segno che c’è la volontà di fare squadra per mettere a servizio del Paese le energie migliori, di coordinarle e di capitalizzarle. Lavorare insieme significa soprattutto marciare nella direzione della sostenibilità e del potenziamento del Servizio Sanitario Nazionale”.