Vaccino anti-Hpv: ok della Commissione europea al ciclo a due dosi con Gardasil

Il primo lancio è previsto in Germania nelle prossime settimane. In Italia è in corso l'iter regolatorio di prezzo e rimborso con l'Aifa: lancio previsto entro l'anno.

Dopo il parere positivo del Chmp dell’Ema dello scorso febbraio, è arrivata ora anche l’autorizzazione della Commissione europea per il programma a due dosi per il vaccino anti papillomavirus umano (Hpv) Gardasil 9, il vaccino anti-Hpv 9-valente per ragazze e ragazzi fra 9 e 14 anni prodotto da Sanofi Pasteur Msd. Il primo lancio del ciclo a due dosi è previsto in Germania nelle prossime settimane. Negli Stati Uniti è già disponibile  dall’inizio del 2015, con sette milioni di dosi distribuite ad oggi.

La prima autorizzazione alla commercializzazione di Gardasil  9 era arrivata nel giugno 2015 – seguita in Italia dall’autorizzazione di Aifa nell’ottobre 2015 – secondo una schedula a 3 dosi per l’immunizzazione attiva di soggetti a partire dal nono anno di età contro le lesioni precancerose e i cancri Hpv correlati che colpiscono il collo dell’utero, la vulva, la vagina e l’ano e contro i condilomi ano-genitali (condilomi acuminati) correlati a specifici tipi di Hpv.”L’approvazione finale del ciclo a 2 dosi di Gardasil 9 da parte della Commissione Europea è una grande notizia per migliorare i programmi di vaccinazione contro l’Hpv a beneficio di tutti i ragazzi e le ragazze adolescenti in Europa – ha dichiarato David Khougazian, chief executive officer di Sanofi Pasteur Msd.

In Italia ” si dovrà attendere la conclusione dell’iter regolatorio di prezzo e rimborso presso l’Aifa –  ha spiegato Nicoletta Luppi, presidente e amministratore delegato della filiale nazionale – confidiamo che l’accelerazione dell’approvazione Ema possa velocizzare anche l’approvazione nel nostro Paese, stimata, comunque, entro il 2016″.