Life sciences: l’italiana Pharmony grande “promessa” internazionale del software dedicato

Il report “Market Guide for CRM in Pharma and Biotech” curato dalla multinazionale Gartner colloca l'azienda milanese tra i sedici migliori vendor a livello globale

Roche compra Flatiron

L’azienda milanese Pharmony (specializzata in software per il mercato life sciences) è tra i sedici vendor più promettenti nel campo della multicanalità, secondo il report internazionale “Market Guide for CRM in Pharma and Biotech”, che ogni anno mette sotto la lente le nuove tendenze del settore su scala globale. Tale indagine è curata dalla multinazionale americana Gartner, leader mondiale nella consulenza strategica, ricerca e analisi nel campo dell’Information Technology, che conta oltre 60 mila clienti nel mondo. Il report di Gartner è a tutti gli effetti una guida autorevole per le aziende che decidono di investire in sistemi CRM, ma anche per i player del settore che intendono monitorare i nuovi trend del mercato.
Quanto a Pharmony, si tratta di una realtà nata alla fine degli anni ’80 con l’obiettivo di fornire soluzioni CRM ad hoc per il mercato farmaceutico. Sono state proprio le soluzioni pensate per le piattaforme iOS ad attirare l’attenzione degli analisti di Gartner, in particolare per la possibilità di interazioni innovative con il medico e il farmacista nell’ottica del digital engagement. Gli applicativi Pharmony consentono di condividere con il medico i contenuti multimediali, valutando la qualità e la durata della visualizzazione, consigliando agli informatori i contenuti più adatti al target di riferimento, permettendo l’invio tramite email di materiale promozionale e l’invito al portale dell’azienda, dal quale ricevono al contempo feedback sempre aggiornati sull’attività del medico online per meglio valutare l’efficacia dei contenuti e del proprio lavoro.