La Fondazione Banco Farmaceutico premia Luca Pani

Il riconoscimento va al direttore dell'Aifa per aver sensibilizzato e incentivato l'intera filiera del farmaco a sostenere il recupero e la donazione di medicinali a favore delle persone bisognose

A Luca Pani il premio Banco Farmaceutico. Questa sera a Cosmofarma – l’evento professionale in corso a Bologna – la Fondazione Banco Farmaceutico onlus presieduta da Paolo Gradnik consegnerà il riconoscimento al direttore generale dell’Aifa “per il prezioso e concreto impegno personale e istituzionale nel sensibilizzare e incentivare l’intera filiera del farmaco a sostenere il recupero e la donazione di medicinali a favore delle persone bisognose e per la quotidiana disponibilità a favorire e accrescere la cultura della carità, della donazione e della gratuità”.
Pani ringrazia. “Sono particolarmente onorato a nome di tutta l’Agenzia italiana del farmaco per il riconoscimento assegnatomi dal Banco Farmaceutico, perché si tratta di un premio agli sforzi che da anni dedichiamo alle popolazioni speciali, ai pazienti cosiddetti invisibili, resi vulnerabili dalle contingenze sociali ed economiche”. La collaborazione tra Aifa e Fondazione Banco Farmaceutico è consolidata. “Da anni abbiamo avviato un percorso congiunto – prosegue Pani – il cui obiettivo è quello di fornire un accesso tempestivo e appropriato ai farmaci a quella fetta di popolazione in stato di povertà che rinuncia alle spese sanitarie, sensibilizzando la filiera farmaceutica e i cittadini ad utilizzare lo strumento della donazione”. Questo tipo di attenzione, secondo il direttore dell’Aifa, è uno dei compiti fondamentali di chi è chiamato a tutelare la salute della popolazione. “Posso assicurare sin d’ora che Aifa continuerà a lavorare fortemente in questa direzione, grazie anche alla sensibilità dimostrata dal Ministero della Salute, per aiutare i pazienti speciali ad accedere alle informazioni e ai trattamenti di cui hanno bisogno”.