Il gruppo italiano P&R si rafforza nei principi attivi e fa shopping a Est

Acquisito il Gruppo INFA mentre Fidia compra la Glynn Brothers Chemical, con sedi a Praga e Bratislava e sbarca in Russia con i suoi prodotti a base di acido ialuronico

Il Gruppo P&R, tra le prime realtà industriali italiane chimico-farmaceutiche, controllato dalle famiglie Pizzocaro e Rossi, ha assunto il controllo del Gruppo INFA, realtà nazionale specializzata nella produzione di principi attivi farmaceutici. Non solo: attraverso la sua controllata Fidia Farmaceutici, P&R ha acquisito anche il Gruppo Glynn Brothers Chemical, con sedi a Praga (Repubblica Ceca) e Bratislava (Slovacchia). “L’unione del Gruppo P&R e INFA consente di dare vita ad una realtà di rilievo a livello globale con un fatturato pari a 700 milioni di euro – spiega Carlo Pizzocaro, ceo del Gruppo P&R – e entro l’anno saremo in grado di annunciare due ulteriori acquisizioni a livello internazionale, una delle quali nel mercato americano”. L’acquisizione di INFA, consentirà al Gruppo P&R di rafforzare ulteriormente il proprio ruolo a livello mondiale nel settore della ricerca e produzione di API (Active Pharmaceutical Ingredients), soprattutto nel ricco mercato nord americano, raggiungendo in questa area di business, un fatturato superiore a 300 milioni di euro nel 2016.
Quanto a Fidia Farmaceutici, leader nei prodotti farmaceutici e medical device derivanti dall’acido ialuronico, l’operazione che ha condotto all’acquisto del Gruppo Glynn Brothers Chemical, operante nei Paesi dell’Est Europa in particolare sul territorio ceco e slovacco, dovrebbe aiutare a rafforzare il business nell’Europa dell’Est, diventando uno dei principali player a livello farmaceutico in un mercato in forte crescita, che ha registrato nel 2015 un incremento di fatturato sui mercati internazionali pari al 40%.
Nel processo di internazionalizzazione del Gruppo P&R, rientra anche l’approvazione da parte del Ministero della Sanità Russo (MOH – Ministry of Healthcare of the Russian Federation), della domanda di commercializzazione di Hymovis, prodotto per la terapia intra-articolare dell’artrosi a base di acido ialuronico, ingegnerizzato in funzione della maggiore permanenza in articolazione in aggiunta a Hyalgan e Hyalubrix. Il via libera dell’ente regolatorio Russo, consentirà a Fidia Farmaceutici di rendere disponibile il prodotto in un mercato che conta circa 140 milioni di persone e destinato a diventare, secondo IMS Health, l’ottavo mercato farmaceutico mondiale nel 2017.