Farmacia, mercato a 6,4 miliardi (-2,4%) nel primo trimestre 2016

L'analisi di Ims Health Italia. A fronte di un andamento negativo a valori dei farmaci con obbligo di ricetta (-3,9%), il mercato commerciale (integratori, cosmesi, parafarmaco) mantiene una posizione stabile

cosmofarma

Nel primo trimestre 2016 il mercato in farmacia è calato del 2,4% (rispetto allo stesso periodo 2015), attestandosi a 6,4 miliardi di euro per il totale di farmaci etici, di autocura e del segmento commerciale. E’ quanto emerge dalla nuova rilevazione di Ims Health Italia, con Pharmatrend 8K, il nuovo campione di 8.000 farmacie distribuite su tutto il territorio nazionale. Secondo l’indagine il segmento di libera vendita, che comprende i farmaci di libera vendita e il segmento commerciale (autocura, cosmesi, integratori, parafarmaceutico, etc.), risulta stabile a 2,6 miliardi. A fronte di un andamento negativo a valori dei farmaci con obbligo di ricetta (-3,9%), il mercato commerciale (integratori, cosmesi, parafarmaco) mantiene una posizione stabile. Tra i segmenti che hanno più sofferto la mancanza di stagionalità rientra l’automedicazione che segna un -5,7%.  Crescono, invece, del +5% i prodotti nutraceutici e del +1,4% i prodotti per la cura e igiene della persona. Più nel dettaglio la dermocosmesi segna risultati positivi (+1,3%) seguita dal comparto dell’igiene orale (+2,5%), mentre i prodotti parafarmaceutici registrano un calo del -1,3%.