Ipertensione, CardioCooking per prevenirla e gestirla a tavola

In vista della XII Giornata mondiale contro l’ipertensione, Daiichi Sankyo aderisce alla campagna di sensibilizzazione “Make your Heart Feel Good” e promuove il CardioCooking: ricette adatte a prevenire e gestire il rischio cardiovascolare

Non solo farmaci. L’ipertensione arteriosa si previene (e gestisce) anche tavola, con molta attenzione alla dieta. Per sottolineare l’importanza di questo messaggio, in vista della Giornata mondiale contro l’ipertensione del 17 maggio, Daiichi Sankyo ha scelto il “CardoCooking” per declinare in Italia la campagna di sensibilizzazione internazionale “Make your Heart Feel Good”. E lo ha fatto organizzando ieri a Roma una lezione con tre ospiti d’eccezione: il  prof. Massimo Volpe, uno dei massimi esperti di ipertensione e primo sostenitore della campagna, la nutrizionista Giulia Marca e l’attore Ettore Bassi, già protagonista con le sue figlie del programma culinario “Quando mamma non c’è”.

I video di tutte le ricette preparate e degustate durante la lezione di Cardiocooking, saranno visibili e scaricabili gratuitamente dal 6 giugno sul web (www.protagon.it/cardiocooking/), sulla pagina Facebook MyHypertensionCare e sul canale YouTube Daiichi Sankyo Italia. Le ricette  partono dagli ingredienti della dieta mediterranea, senza dimenticare le raccomandazioni della Società Italiana di Ipertensione Arteriosa per la riduzione del sale, e le più recenti scoperte sui benefici di determinati elementi nutritivi quali i nitrati presenti in molte verdure come la barbabietola rossa.

“La percentuale di pazienti ipertesi che non raggiunge un adeguato controllo pressorio in Italia è allarmante  – commenta Volpe,  ordinario di cardiologia e direttore della Scuola di Specializzazione in Malattie dell’Apparato Cardiovascolare dell’Università La Sapienza di Roma -e gli interventi nutrizionali sono ormai ampiamente riconosciuti come strategie importanti per la prevenzione primaria dell’ipertensione e come coadiuvanti delle terapie farmacologiche per ridurre il rischio cardiovascolare. Eppure noi italiani siamo i primi promotori e consumatori della dieta mediterranea, che diversi studi hanno dimostrato essere il modello alimentare più adatto a fornire protezione contro la malattia coronarica e il rischio cardiovascolare. Per questo ho accettato con entusiasmo di aderire all’idea del CardioCooking, per dimostrare come tenere sotto controllo la pressione arteriosa e restare in salute seguendo un regime alimentare sano possa essere semplice e allo stesso tempo gustoso”.

L’iniziativa – spiega Antonino Reale, ad di Daiichi Sankyo Italia – è una “prosecuzione del continuo e sentito impegno in ambito cardiovascolare di Daiichi Sankyo. Poiché siamo consapevoli che i farmaci da soli non bastano, bisogna puntare sulla prevenzione e su una maggiore aderenza alle terapie, ed entrambe passano attraverso cambiamenti degli stili di vita, anche piccoli, come un’alimentazione più sana. E visto che viviamo in un Paese particolarmente sensibile alla buona tavola, abbiamo deciso di partire dal CardioCooking”.