Sistemi sanitari a confronto, ricerca Aiop-Luiss su sostenibilità e integrazione pubblico-privato

Un'analisi su sette Paesi "ad alto reddito" presentata a Praga, dove è in corso l'assemblea generale dell'Associazione italiana ospedalità privata

farmaci innovativi

La ricerca di un modello sanitario sostenibile ed efficace, che riduca sprechi e assicuri assistenza di qualità. La tendenza a diversificare l’offerta, con ruolo crescente dei player privati, e un orientamento verso servizi integrati tra ospedale e territorio. A grandi linee, sono questi i contenuti principali di una ricerca sui sistemi sanitari di sette Paesi “ad alto reddito” (Canada, Francia, Germania, Regno Unito, Svezia e Italia) realizzata dalla Luiss Business School su input di Aiop Giovani e presentata a Praga dove è in corso l’Assemblea generale dell’Associazione italiana ospedalità privata.

L’intento fondamentale della ricerca – spiega Aiop in una nota – è quello di comparare i sistemi nazionali dei sette Paesi selezionati, basandosi sulla qualità delle performance e valutando molteplici indicatori di efficienza, e successivamente di ravvisare i trend a livello nazionale, cosi da determinare le linee evolutive strategiche e di sviluppo per costruire piani sanitari futuri.

Dalla ricerca, sostiene l’Aiop, si desume un interesse comune a tutti i Paesi: la ricerca di un modello sanitario sostenibile ed efficace, che riduca sprechi di capitale con spese improduttive e assicuri un’assistenza d’eccellenza ai cittadini. In risposta dunque ai bisogni di salute sempre più complessi e all’esigenza di una copertura sanitaria allargata, si riscontrerebbe, a partire dai dati quantitativi rilevati dallo studio, un’inclinazione alla diversificazione nell’offerta dei servizi sanitari, con il crescente ruolo dei player privati. L’efficienza e la competitività delle prestazioni sanitarie private garantirebbero alti standard qualitativi nel periodo di degenza dei pazienti e orientano adeguatamente le risorse. Dare spazio ad erogatori di servizi privati – afferma Aiop – significa pertanto bilanciare le necessità crescenti di assistenza sanitaria, dettate dall’andamento demografico di invecchiamento della popolazione, con l’esigenza di controllo delle spese.

Inoltre, favorire l’entrata nel mercato di soggetti privati, sia nell’erogazione delle prestazioni che nel governo degli ospedali, avrebbe l’obiettivo – sottolinea l’assocazione – di consentire una libera scelta del luogo di cura da parte dei pazienti. Questo significherebbe andare verso un modello con crescente separazione tra finanziatori, prevalentemente pubblici, ed erogatori, spesso privati, ai fini di una maggiore efficacia.

Dall’analisi comparata condotta tra i sistemi sanitari dei sette Paesi – spiega ancora l’associazione – emerge inoltre una tendenza comune verso modelli che favoriscono l’associazionismo e lo sviluppo di servizi integrati. La creazione di gruppi di medici di base e la crescente concentrazione tra servizi ospedalieri e servizi di cure primarie sono finalizzate a garantire la continuità e la capillarità dell’assistenza sanitaria sul territorio. Per salvaguardare il binomio efficacia-efficienza, inoltre, le varie realtà nazionali hanno attuato progetti di prevenzione ed informazione per promuovere corrette abitudini alimentari e sani stili di vita, e mirano all’impiego massiccio di tecnologie all’avanguardia che consentono di spostare le cure al di fuori degli ospedali.

“Questo progetto di ricerca – commenta il presidente nazionale di Aiop Giovani, Lorenzo Miraglia – si inserisce in uno studio ben più ampio. La mission principale della sezione Giovani di Aiop è di approfondire dei temi di matrice internazionale per poter dare degli spunti alla costruzione del Ssn Italiano del futuro. Quest’anno partiamo dal metter a riferimento i modelli più interessanti tra gli Stati con economie evolute, sottolineando i trend si stanno iniziando a percorrere. Il prossimo anno ci occuperemo di come i modelli economici potranno dare le giuste coperture e filosofie di azione, per poi concludere nel 2018 con la strutturazione della ‘tesi’ Aiop Giovani sul Ssn italiano del futuro, allo scopo di far tornare la sanità italiana leader dei servizi sanitari mondiali”.