Toscana, al Centro Gestione rischio clinico il riconoscimento dell’Oms

Sono solo altre tre, in Europa, le strutture che l'Organizzazione mondiale della sanità ha individuato come centri di collaborazione sulla sicurezza delle cure

toscana

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha formalmente riconosciuto il Centro Gestione rischio clinico (Grc) della Regione Toscana come Collaborating Centre in Human factors and Communication for the Delivery of Safety and Quality Care. Sono solo altre tre in Europa le strutture che l’Oms ha individuato come centri di collaborazione sulla sicurezza delle cure.

Il processo di riconoscimento si è basato sulla valutazione delle attività di ricerca svolte, sui riconoscimenti e referenze nazionali e internazionali di esperti della materia e su una visita al Centro Grc da parte di dirigenti dell’Oms. La comunicazione è giunta al direttore del Centro, Riccardo Tartaglia, da Jakab Zsuzsanna, direttore del Regional Office for Europe dell’Oms. Il coordinamento del centro di collaborazione è stato affidato, in accordo con l’Oms, a due dirigenti del Centro Grc, Sara Albolino e Tommaso Bellandi, esperti in fattore umano e comunicazione.

La prima importante iniziativa in cui il Centro Grc sarà coinvolto come centro di collaborazione sarà la WHO Global Patient Safety Consultation, in programma a Firenze dal 26 al 28 settembre 2016, un evento che porterà in Toscana i vertici mondiali dell’Oms sulla sicurezza del paziente; obiettivo: definire le strategie future sulla sicurezza delle cure. Nel 2018, sempre a Firenze, organizzata dal Centro Grc, si terrà invece la conferenza internazionale Iea (International Ergonomic Association).