Aifa approva il prezzo per un trattamento innovativo anti ustioni di 2° e 3° grado

Già in uso in molti centri specializzati come farmaco orfano, entra nei prontuari ospedalieri il gel NexoBrid, a base di enzimi proteolitici arricchiti con bromelina

L’Aifa ha approvato il rimborso per NexoBrid, farmaco in gel a base di enzimi proteolitici arricchiti con bromelina, indicato per rimuovere l’escara (porzione di tessuto morto, secco, ispessito e annerito) in adulti vittime di ustioni profonde della cute (sia parziali che a tutto spessore) già qualificato come “medicinale orfano” dall’agenzia europea il 30 luglio 2002. Il farmaco è prodotto da MediWound Ltd, società biofarmaceutica focalizzata sulle terapie innovative nell’ambito delle gravi ustioni e delle ferite. Soddisfatti gli specialisti. Paolo Palombo, presidente eletto della Società italiana di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica (Sicpre), apprezza la decisione di Aifa: “non solo per aver favorito l’accesso a NexoBrid nel nostro Paese, ma anche per garantirne un rimborso appropriato. Il farmaco rappresenta un chiaro passo in avanti nella gestione di ustioni gravi in quanto consente di rimuovere rapidamente l’escara da vittime di ustioni, senza trauma chirurgico e conserva anche derma preziosi che possono guarire spontaneamente, riducendo significativamente la necessità di innesti cutanei”. Spiega Gal Cohen, presidente e ceo di MediWound: “Siamo lieti che in Italia, dove nella stragrande maggioranza dei Centri ustioni il trattamento con NexoBrid è di routine, il rimborso aiuterà ulteriormente gli specialisti nel fornire una migliore assistenza, minimamente invasiva, per più pazienti. Con il rimborso nazionale appena deciso e l’inclusione nei prontuari ospedalieri, nei prossimi mesi avremo l’obiettivo di fissare NexoBrid come standard di cura”.