Farmacie: dalla Fip linee guida per la gestione delle situazioni d’emergenza

Tra i suggerimenti indirizzati ai governi, l'invito a valutare la possibilità di autorizzare, in situazioni di emergenza, l'ampliamento degli ambiti di attività dei farmacisti.

“Rispondere ai disastri: Linee guida per la farmacia”: si intitolano così le prime linee guida globali che supportano la continuità di accesso ai farmaci e competenze farmacia durante i disastri naturali, come inondazioni, ondate di calore e terremoti. Il documento è stato diffuso oggi dal gruppo di lavoro farmacia gestione delle emergenze della Federazione farmaceutica internazionale (Fip), istituito come risposta alle crescenti richieste di aiuto in situazioni di emergenza provenienti dai farmacisti di tutto il mondo.

Il documento descrive per ciascuna delle quattro fasi di una situazione di emergenza – prevenzione / mitigazione del rischio, preparazione / prontezza, di risposta e di recupero le azioni che dovrebbero essere svolte da governi, farmacie, produttori e distributori a livello nazionale, regionale o locale: tra i suggerimenti indirizzati ai governi, l’invito a valutare  la possibilità di autorizzare, in situazioni di emergenza, l’ampliamento degli ambiti di attività dei farmacisti. Nelle linee guida anche consigli pratici e informazioni sulla gestione del magazzino e l’organizzazione delle attività di farmacia in  situazioni di emergenza.