Virus Zika: Diasorin partner del Dipartimento salute Usa per la realizzazione dei test sierologici

L'azienda presenterà i nuovi test sul LIAISON® XL, offrendo ai laboratori una soluzione completamente automatizzata per la rilevazione di infezioni.Il progetto sarà finanziato con fondi federali del Dipartimento di Salute e dei servizi umani statunitense.

La Biomedical Advanced Research and Development Authority (Barda) – l’ente federale del Dipartimento americano per la salute, cui compete il monitoraggio e l’identificazione di soluzioni mediche e diagnostiche per fronteggiare potenziali emergenze sanitarie negli Stati Uniti – ha affidato alla multinazionale italiana DiaSorin, attraverso la propria controllata americana DiaSorin Inc., il  contratto per la realizzazione dei nuovi test sierologici per l’identificazione di infezioni causate dal virus Zika, in relazione al quale l’azienda presenterà i nuovi test sul LIAISON® XL, offrendo ai laboratori una soluzione completamente automatizzata per la rilevazione di infezioni.  BARDA sta facendo sviluppare diversi test per la diagnosi dello Zika, con l’obiettivo di aumentarne la disponibilità e ridurne potenzialmente i costi per i pazienti. Il progetto sarà finanziato in tutto o in parte con fondi federali del Dipartimento di Salute e dei Servizi Umani.

I sintomi più comuni dello Zika sono febbre, eruzioni cutanee, dolori articolari, congiuntivite o arrossamento degli occhi. La malattia di solito è mite. Chi contrae il virus normalmente non ne riconosce i sintomi, che durano da qualche giorno ad una settimana, e non richiede un ricovero ospedaliero. Raramente il virus ha esito mortale.  Per questo motivo molte persone potrebbero non rendersi conto dell’avvenuta infezione; tuttavia l’infezione da virus Zika durante la gravidanza può causare un grave difetto di nascita chiamato microcefalia, nonché altri difetti cerebrali fetali gravi.

I test saranno prodotti nello stabilimento di Stillwater e si prevede possano essere commercializzati negli Stati Uniti a seguito dell’avvenuta autorizzazione da parte della Food and Drug Administration. Successivamente al lancio negli USA, DiaSorin valuterà i tempi per richiedere le ulteriori autorizzazioni alla commercializzazione dei test in altri mercati, tra i quali l’Europa, il Brasile e la Cina.