Sclerosi multipla: una persona su due soffre di depressione e ansia

La ricerca condotta da Sanofi Genzyme conferma le difficoltà di tutti i giorni dei pazienti e di chi li cura. Il 22 settembre a Genova un evento dedicato alle tecnologie pensate per risolvere i problemi quotidiani

Una persona malata di sclerosi multipla su due soffre di depressione e ansia. È quanto emerge dalla ricerca “Vs ms” promossa da Sanofi Genzyme che ha coinvolto oltre mille persone con sclerosi multipla recidivante in sette Paesi del mondo. La ricerca si è focalizzata sull’impatto che la patologia ha sulla vita di tutti i giorni considerando anche gli aspetti più intimi dei pazienti e di chi si prende cura di loro. Un malato su tre si isola per mantenere la propria malattia nascosta. E ancora, il 53% delle persone con sclerosi multipla ritiene che i problemi legati alla memoria creino enormi difficoltà quotidiane, più del 40% evita di parlarne e non riesce a dedicarsi ai lavori domestici perché troppo affaticato. Di questo e molto altro si parla il 22 settembre a Genova in occasione dell’evento “TechCare: dalla cura al prendersi cura”, progetto di Sanofi Genzyme in collaborazione con Talent Garden e l’Associazione italiana sclerosi multipla (Aism) per il sostegno alle persone che convivono con la sclerosi multipla. Si incontreranno medici, infermieri, pazienti e professionisti del mondo digitale per trovare soluzioni alle difficoltà quotidiane legate alla patologia. E ci sarà anche un contest. Sanofi Genzyme, con la campagna europea “The World Vs MS” ha raccolto centinaia di testimonianze di persone malate e ne ha selezionate tre. Il progetto più brillante per risolvere i problemi di tutti i giorni di questi tre pazienti, sarà premiato con una serie di servizi di incubazione al Talent Garden di Genova, un contatto costante con Sanofi Genzyme e la partecipazione alla Maker Faire Rome che si terrà dal 14 al 16 ottobre 2016