Possibile intesa tra Amgen e Arrowhead, per sviluppare nuove terapie geniche

Amgen sarebbe interessata ad acquisire una quota di Arrowhead Pharmaceuticals – la cui attività si concentra principalmente sugli RNA interference – per sviluppare terapie di silenziamento genico per malattie cardiovascolari

Amgen sarebbe interessata ad acquisire una quota di Arrowhead Pharmaceuticals e collaborare con l’azienda per sviluppare terapie di silenziamento genico per malattie cardiovascolari, secondo quanto riporta la Reuters. La società americana con sede a Pasadena in California – e un valore di mercato di circa 425 milioni di dollari – otterrà 35 milioni di euro in anticipo e avrà diritto a ricevere 617 milioni di dollari una volta raggiunto l’obiettivo prefissato dall’accordo. Potrebbe inoltre ricevere 21,5 milioni di dollari da Amgen grazie a una partecipazione.

L’attività di Arrowhead si concentra principalmente sugli RNA interference, frammenti di Rna  che sono in grado di interferire e disattivare l’espressione genica in modo da silenziare i geni responsabili della produzione di proteine correlate alle patologie. A lungo questo meccanismo è stato al centro dell’interesse di alcune aziende, ma ha spesso dati risultati fallimentari in clinica.

L’intesa di licenza e collaborazione comprende due accordi, in base al quale Amgen si farà carico dello sviluppo clinico e della commercializzazione. In base al primo punto quindi, Amgen otterrà la licenza globale esclusiva sul programma ARC-LPA di Arrowhead, che prevede la progettazione di  molecole di RNAi per ridurre i livelli elevati di colesterolo cattivo, responsabile dell’aumentato rischio di malattie cardiache. Mentre in base al secondo accordo Amgen avrà diritto a una licenza globale esclusiva per una terapia RNAi per un bersaglio cardiovascolare ancora non dichiarato.

Amgen, una delle più grande società di biotecnologie al mondo per valore di mercato, dispone di una pipeline crescente di farmaci per le malattie cardiovascalari, sia sul mercato sia in fase di sviluppo. Come repatha, costoso ed efficace nuovo farmaco contro il colesterolo, corlanor, per il trattamento cronico dell’insufficienza cardiaca e omecamtiv mecarbil, giunto alla fasi finali di sviluppo. Lo società con sede a Thousand Oaks inoltre, lo scorso settembre ha annunciato di voler acquisire la società di biotecnologie Dezima Pharma BV, aggiungendo così un altro farmaco anticolesterolemizzante alla sua pipeline.