Professione Nas, all’Università di Tor Vergata il primo corso sulla tutela della salute pubblica

Frutto di una convenzione con il ministero della Salute, è riservato a 40 marescialli dell’Arma dei Carabinieri in possesso di una laurea di primo livello. Oltre 300 ore di lezione, dieci materie e sei mesi di tirocinio

Nasce all’ateneo Tor Vergata di Roma il primo corso di formazione di livello universitario dedicato alla tutela della salute pubblica: oltre 300 ore di lezione, 10 insegnamenti, 6 mesi di tirocinio, un denso programma di studi rivolto a 40 marescialli dell’Arma dei Carabinieri in possesso di una laurea, selezionati secondo una graduatoria di merito. È l’iniziativa presentata oggi nella sede della seconda università della Capitale e frutto di una convenzione stipulata con il ministero della Salute. I docenti saranno affiancati da ufficiali del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute (Nas) e da dirigenti del ministero.

“L’iniziativa è caratterizzata da un approccio fortemente innovativo e interdisciplinare – spiega il Rettore Giuseppe Novelli – in quanto propone un percorso di approfondimento di tematiche inerenti la tutela della salute del consumatore, l’analisi dei fattori di rischio relativi all’incolumità pubblica, agli infortuni sul lavoro e alle malattie professionali, oltre a dettagli in materia giuridica relativamente alla sicurezza in sanità pubblica, dei prodotti, alimentare, farmaceutica e veterinaria”.

Il corso è articolato in tre fasi: la prima conta 300 ore di lezione e 24 di prove e verifiche; la seconda è prevede lo svolgimento di un tirocinio pratico di sei mesi presso il Nucleo Anti-Sofisticazioni; la terza fase è dedicata alle presentazioni e agli elaborati finali degli allievi, per il rilascio degli attestati. Tra gli insegnamenti previsti: chimica, microbiologia, igiene, nutrizione umana e animale; impianti e tecnologie; sicurezza alimentare, farmaceutica e dei prodotti.