Accordo Aifa-Antitrust per evitare speculazioni sui farmaci

A dichiararlo il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, in seguito alla vicenda che aveva visto coinvolta Aspen Pharma: “Ho dato indicazione ai vertici Aifa per la stipula di un accordo interistituzionale che formalizzi e consolidi la proficua collaborazione fra i due enti nel settore farmaceutico”

Arriva – poco dopo la vicenda dell’azienda Aspen, multata dall’Antitrust – la notizia di un accordo di collaborazione tra l’Agenzia italiana del farmaco e l’Autorità Garante della concorrenza, per evitare pratiche commerciali scorrette da parte di aziende farmaceutiche a danno del Servizio sanitario nazionale e dei malati e speculazioni sui prezzi dei farmaci. Lo ha annunciato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, rispondendo al Question Time alla Camera, a un’interrogazione sulle iniziative da attuare contro possibili speculazioni sui prezzi dei medicinali. “Proprio alla luce di questo caso – spiega il ministro – ho dato indicazione ai vertici Aifa per la stipula di un accordo interistituzionale che formalizzi e consolidi la proficua collaborazione fra i due enti nel settore farmaceutico. Tale collaborazione consentirà di rendere ancora più incisivo l’intervento pubblico nella determinazione del prezzo dei farmaci”.

Non solo. La legge di Stabilità, oltre a stanziare fondi dedicati per i farmaci innovativi oncologici, “prevede una più efficace attribuzione del requisito di innovatività dei medicinali, anche oncologici, con nuove procedure per accertare cosa è innovativo, quanto dura l’innovatività e come va gestita in un settore così delicato” ha concluso Lorenzin.