Innovazione e tecnologia al servizio della sostenibilità: mille esperti a Roma

A giugno 2017 il congresso mondiale dell'Health Technology Assessment International: il modello italiano si confronta con le esperienze globali

Innovazione per garantire la sostenibilità dei sistemi sanitari. Ma per ricorrere alle migliori soluzioni tecnologiche, sviluppare progetti, modelli e applicazioni utili allo scopo, serve un confronto internazionale e uno scambio di esperienze globale. “Towards and HTA ecosystem: from local needs to global opportunities” è appunto il tema del quattordicesimo congresso mondiale dell’Health Technology Assessment International (HTAi) che si svolgerà a Roma dal 17 al 21 giugno 2017. Oltre mille i delegati provenienti da più di cento Paesi, rappresentativi di tutti gli stakeholder nell’ambito dei sistemi sanitari: ricercatori, politici, industrie, rappresentanti di pazienti e cittadini, clinici e manager daranno vita a cinque giorni di incontri e dibattiti intorno al tema dell’integrazione e della collaborazione nell’health technology assessment. “La società scientifica – spiega Americo Cicchetti, direttore dell’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi sanitari (Altems) dell’Università Cattolica di Roma e presidente del comitato scientifico internazionale di HTAi –  rappresenta oggi la principale piattaforma di discussione scientifica e istituzionale sui temi della valutazione delle tecnologie sanitarie a livello globale. L’interazione tra market regulators (EMA, FDA, ecc.) e HTA bodies sarà tra i temi centrali dei HTAi 2017. La conferenza sarà l’occasione per un confronto tra il modello italiano di HTA e quelli adottati dai principali paesi ma anche l’occasione per un incontro ad alto livello tra i protagonisti delle principali reti di collaborazione a livello globale: EUNetHTA (European Network of HTA), INAHTA (International Network of Agencies of HTA), RedETSA (America Latina), AsiaLink (in Asia e Oceania)”.