Nuovi Lea verso il rush finale: al via esame delle commissioni parlamentari

Le commissioni Affari Sociali della Camera e Igiene e Sanità del Senato chiamate a esprimere un parere. È l’ultimo passaggio prima del via libera definitivo al dpcm che aggiorna – dopo 15 anni – i Livelli essenziali di assistenza

malattie rare

I nuovi Livelli essenziali di assistenza (Lea) all’ultimo miglio. Le commissioni Affari Sociali della Camera e Igiene e Sanità del Senato hanno cominciato oggi a esaminare lo schema di Dpcm che rivede, dopo 15 anni, l’elenco di prestazioni che il Servizio sanitario nazionale si impegna a garantire gratuitamente ai cittadini, prevede l’aggiornamento del nomenclatore di protesi ed ausili e include il nuovo Piano nazionale per la prevenzione vaccinale.

Il provvedimento, approvato con l’intesa in Conferenza Stato-Regioni del 7 settembre scorso, potrà essere approvato definitivamente solo dopo il passaggio nelle competenti commissioni di Camera e Senato, chiamate ad esprimere un parere. “Svolgeremo un lavoro approfondito nella consapevolezza del rispetto delle aspettative dei cittadini e di tante persone con disabilità”, commenta la deputata Elena Carnevali (Pd), relatrice del provvedimento.

A chiarire la tabella di marcia è, invece, il presidente della Commissione, Mario Marazziti: “Il Dpcm è stato incardinato oggi e al massimo entro 30 giorni, ovvero entro il 15 dicembre, siamo tenuti ad approvare il nostro parere. La Commissione Bilancio – aggiunge – dovrà esprimere i propri rilievi sulle coperture e le conseguenze di carattere finanziario entro il 25 novembre”.