Artrite reumatoide, una survey internazionale indaga l’impatto sulla vita dei pazienti

L’iniziativa dell’Associazione nazionale malati reumatici (Anmar), in collaborazione con Eli Lilly, coinvolgerà diversi Paesi e punta a valutare le conseguenze della patologia sul piano fisico, emotivo, relazionale, ma anche sulla sferalavorativa e le aspirazioni individuali

Indagare l’impatto dell’artrite reumatoide sui pazienti non soltanto sul piano fisico, ma anche emotivo, delle relazioni personali, della vita lavorativa e delle aspirazioni individuali. È l’obiettivo della survey internazionale “RA Matters – L’importanza dell’artrite reumatoide” annunciata oggi dall’Associazione nazionale malati reumatici (Anmar) in collaborazione con Eli Lilly. L’iniziativa, che arriva dopo il successo della campagna video “Sto bene. Ne sei sicuro?” , è rivolta a pazienti e medici di diversi Paesi: Italia, Canada, Inghilterra, Germania, Francia e Spagna.

Secondo la vicepresidente di Anmar, Silvia Tonolo, i malati reumatici vivono un “paradosso”, ovvero “sentirsi male, ma non lasciarlo vedere”. Di qui, la necessità di “sensibilizzare la popolazione sull’impatto che l’Artrite Reumatoide può avere, sia dal punto di vista fisico che emotivo, nella vita quotidiana delle persone che ne sono affette, tutto questo presuppone che il paziente rompa il silenzio e comunichi il proprio stato”. I risultati dell’indagine saranno messi a disposizione di pazienti, clinici e media nel mese di febbraio 2017.