Nuovi Lea, ok “condizionato” anche dalla Commissione Igiene e Sanità

Parere favorevole dalla 12esima commissione del Senato, ma non privo di “condizioni e osservazioni”. La presidente De Biasi: “Dopo 15 anni un aggiornamento importante, i Lea sono il cuore del Servizio sanitario nazionale”

legge di bilancio

Disco verde, ma con alcuni paletti, al Dpcm per l’aggiornamento dei Livelli essenziali di assistenza (Lea) da parte della Commissione Igiene e Sanità del Senato. Un parere favorevole espresso in concomitanza con quello, sempre positivo ma “condizionato”, dato dalla Commissione Affari Sociali della Camera.  “Grande soddisfazione” è stata espressa dalla presidente della XII Commissione del Senato, Emilia Grazia De Biasi. “Dopo 15 anni quello previsto dal Decreto è un aggiornamento importante – sottolinea De Biasi – un grosso risultato, i Lea sono il cuore del Servizio sanitario nazionale”.

Tra le condizioni poste nel parere, per la Commissione occorre che “siano espressamente menzionate le leggi in materia di screening neonatali (167 del 2016) e di cure palliative (38 del 2010)” e che “nell’articolo 38 dello schema, in tema di parto-analgesia, sia inserito un riferimento espresso e non equivocabile alla analgesia per via epidurale”. E ancora: “E’ necessario che sia espressamente contemplata, nell’ambito dello schema, l’assistenza podologica ai pazienti diabetici”. Tra le osservazioni, anche una relativa al mantenimento del “sistema tariffario per l’acquisto di dispositivi audioprotesici, in considerazione delle “loro caratteristiche e delle necessità del percorso individualizzato cui devono fare fronte”.

Per approfondire: Il parere