Infezioni, Commissione Ue premia con un milione di euro test diagnostico innovativo

Sviluppato da Minicare Hnl, è in grado di distinguere quelle virali da quelle causate da batteri. Dovrebbe arrivare ai pazienti entro il 2018. Si è aggiudicato il premio Horizon per un uso migliore degli antibiotici

Un test di digitopuntura in grado di diagnosticare in meno di dieci minuti un’infezione batterica e accertare se un paziente possa essere curato in tutta sicurezza senza antibiotici. È l’innovazione sviluppata da Minicare HNL – grazie a uno sforzo di ricerca combinato di P&M Venge AB (Svezia) e Philips Electronics (Paesi Bassi) – che si è aggiudicata il premio Horizon per un uso migliore degli antibiotici (1 milione di euro) della Commissione Europea. A consegnarlo Carlo Moedas, Commissario per la Ricerca, la scienza e l’innovazione, che ha spiegato: ““L’uso eccessivo e l’abuso di antibiotici costituisce una grave minaccia per la salute pubblica. Facciamo sì che i pazienti possano usufruire di questo dispositivo il più rapidamente possibile, in modo che gli antibiotici siano usati solo per infezioni batteriche e non per le infezioni virali, per le quali sono inefficaci o non necessari. Si tratta di un contributo per lottare contro l’aumento della resistenza agli antimicrobici”. Il test dovrebbe essere disponibili per i pazienti entro il 2018.

Il riconoscimento è stato assegnato oggi all’Università di Loviano, in Belgio. Durante la cerimonia, Vytenis Andriukaitis, Commissario per la Salute e la sicurezza alimentare ha consegnato il premio dell’Ue per la salute destinato alle Ong dal titolo “Combattere la resistenza antimicrobica”. Il primo premio (20mila euro) è stato assegnato al Beuc, l’organizzazione europea dei consumatori, per la campagna “From farm to you”, che ha aumentato la consapevolezza delle cause della resistenza antimicrobica, come l’uso eccessivo di antibiotici per il bestiame e l’uso improprio o eccessivo di antibiotici nella medicina umana. Il secondo premio di 15 000 euro è stato assegnato ad Alliance to Save our Antibiotics, Compassion in World Farming e a Soil Association, mentre il terzo premio di 10 000 euro è stato assegnato a World Alliance Against Antibiotic Resistance per la loro campagna “Acting to Preserve Antibiotics”.

L’antibiotico-resistenza è uno dei temi più caldi per le politiche sanitarie in Europa. E in corso di elaborazione – ricorda il comunicato della Commissione –  un nuovo piano d’azione per lottare contro la resistenza agli antimicrobici basato sulla valutazione del piano d’azione 2011. Il 27 gennaio scorso la Commissione ha varato una consultazione pubblica sulle possibili attività da includere nel nuovo piano d’azione “One health” contro la resistenza da antimicrobici, che sarà adottato nell’estate 2017. La consultazione, aperta fino al 28 aprile 2017, comprende un questionario destinato alle pubbliche amministrazioni e uno per i cittadini.