Diagnosi precoce del cancro del colon-retto, via alla maggiore sperimentazione al mondo basata sul respiro

Nel Regno Unito è partito uno studio su 1.400 pazienti per verificare l'efficacia del test diagnostico dell'azienda britannica Owlstone Medical: a detta del gruppo è la ricerca più ampia a livello globale

Owlstone Medical, azienda inglese che si occupa di diagnostica, ha avviato una sperimentazione clinica su 1.400 pazienti per verificare l’efficacia della propria tecnologia Faims (spettrometria a mobilità ionica a onda asimmetrica ad alto campo) nella diagnosi precoce del cancro del colon-retto. Si tratta – a detta del gruppo – della maggiore ricerca al mondo sul tumore colorettale basata sul respiro.

Lo studio, denominato Intercept, mira a valutare se il test diagnostico dell’azienda, basato su respiro (e urine) riesce a individuare nelle fasi iniziali il cancro al colon-retto, che è la seconda forma di tumore più comune al mondo con 215 mila morti all’anno.

La sperimentazione è svolta in collaborazione con l’Università di Warwick e l’ospedale universitario di Coventry e del Warwickshire l’Università di Coventry e del Warwickshire e coordinata dal gastroenterologo Ramesh Arasaradnam. Arriva in seguito a una ricerca pilota che ha mostrato che la tecnologia Faims dell’azienda ha una sensibilità dell’88% nell’individuare i COV biomarcatori per il tumore al colon-retto e una sensibilità del 62% nell’individuazione degli adenomi avanzati, una fase pre-tumorale della patologia: lo studio avrebbe dimostrato che questo test ha un’efficacia nella diagnosi precoce maggiore rispetto alla ricerca di sangue occulto nelle feci, che al momento rientra nel programma di esami di screening del sistema sanitario nazionale britannico.