Artrite psoriasica, farmaco orale di Celgene ottiene la rimborsabilità in Italia

Il Servizio sanitario nazionale garantisce la “small molecule” apremilast, una nuova opzione per i pazienti che non rispondono adeguatamente alle terapie già disponibili

celgene italia

Una nuova opzione terapeutica per i pazienti con artrite psoriasica è ora rimborsabile da parte del Servizio sanitario nazionale. L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha infatti dato il via libera alla rimborsabilità di apremilast per quei pazienti che non rispondono adeguatamente ai trattamenti già disponibili. A darne notizia è una nota dell’azienda Celgene Italia. Il farmaco è un inibitore della PDE4 e rappresenta il primo trattamento orale per l’artrite psoriasica a ottenere la rimborsabilità negli ultimi 15 anni. L’ok dell’Aifa – spiega l’azienda – riguarda pazienti adulti con artrite psoriasiache abbiano risposto in modo inadeguato o siano risultati intolleranti ad almeno due DMARDs convenzionali, e in cui i farmaci biologici siano controindicati o non tollerati.

L’efficacia e la sicurezza di apremilast – ricorda Celgene Italia – è stata misurata nel programma PALACE (Psoriatic Arthritis Long-Term Assessment of Clinical Efficacy), uno dei più ampi programmi di sviluppo clinico mai condotti sulla malattia. Negli studi PALACE 1, 2 e 3, un numero significativo di pazienti in terapia apremilast ha ottenuto la risposta ACR 20 (un miglioramento del 20% secondo i criteri di valutazione dell’attività della malattia elaborati dall’American College of Rheumatology) alla settimana 16, rispetto ai pazienti trattati con placebo. Il farmaco ha dimostrato miglioramenti significativi nei segni e sintomi dell’artrite psoriasica, con passi in avanti importanti per la funzionalità fisica e quindi per la qualità di vita dei pazienti.

Il farmaco, ad oggi, non è rimborsato dal Ssn per un’altra indicazione: psoriasi cronica a placche da moderata a grave in pazienti adulti che non hanno risposto, che hanno una controindicazione o che sono intolleranti ad altra terapia sistemica comprendente ciclosporina, metotrexato o psoralene e raggi ultravioletti di tipo A (PUVA).