Recordati: tutti i numeri in crescita

La multinazionale italiana mette a segno un utile operativo che si attesta sui 327,4 milioni di euro contro i 278,5 dell’anno precedente. Presentato il piano d'impresa 2017-2019

recordati

Salgono ricavi, redditività e fatturato, che cresce del 10,1% rispetto all’anno prima (1154 miliardi di euro e l’8% delle vendite da investire in R&D). I numeri 2016 di Recordati danno conto di un utile operativo che si attesta sui 327,4 milioni di euro, contro i 278,5 dell’anno precedente. Interessante soprattutto il rapporto tra utile e ricavi (Ebit margin) che tocca quota 28,4%: era al 21.5 nel 2011 e al 23,4% nel 2014.
I dati finanziari della multinazionale italiana costituiscono la base migliore del business plan 2017-2019 recentemente riassunto anche da Sole24Ore. Per il proprio rafforzamento sul mercato l’azienda mira a una sostanziale diversificazione del portfolio prodotti, a focalizzarsi ancora di più nel settore rare disease e a una impegnativa campagna di M&A condotta prevalentemente all’estero.
Procedendo con ordine, per quanto riguarda i farmaci, c’è una buona aspettativa relativamente alle vendite dei prodotti a base di silodosina, pitavastatina calcica, cariprazina, lidocaina e prilocaina in associazione, rispettivamente prescritti contro ipertrofia prostatica benigna, colesterolo, psicosi gravi, eiaculazione precoce. Cariprazina, in particolare, dovrebbe essere approvata da Ema entro l’anno.
Come accennato, Recordati spinge sull’acceleratore degli orphan drugs e a breve dovrebbe essere reso noto uno specifico piano di investimenti.
Capitolo M&A. Si guarda con attenzione ai mercati europei tradizionali (Francia, Germania, Uk) e alla Polonia ma nessuna operazione è al momento dettagliata.