MolMed, nel 2016 perdita in calo a 13,9 milioni di euro

Rispetto al 2015 le perdite nette sono state ridotte da 20,8 milioni a 13,9 milioni di euro. Cresciuti anche i ricavi del 36,2%. "Obiettivi raggiunti", ha dichiarato l'Ad Riccardo Palmisano

Il Consiglio di Amministrazione di MolMed S.p.A., riunitosi ieri, ha esaminato e approvato il progetto di bilancio 2016. Rispetto al 2015 le perdite nette sono state ridotte da 20,8 milioni a 13,9 milioni di euro. I ricavi sono cresciuti del 36,2% (a 22,8 milioni) di cui 19,5 relativi alle attività per conto terzi. Il risultato operativo è di -13,6 milioni rispetto al dato dell’anno precedente, negativo per 20,5 milioni (+33,8%). Al 31 dicembre 2016 la posizione finanziaria netta è di 19,7 milioni, contro i 29,9 milioni di fine 2015.
“Siamo orgogliosi di poter affermare che nel corso del 2016 la società ha raggiunto tutti gli obiettivi che si era prefissata. Alla luce dei risultati ottenuti sui prodotti di ricerca proprietaria – commenta Riccardo Palmisano, Amministratore Delegato di MolMed – e nell’attività di sviluppo e produzione conto terzi, unitamente al netto miglioramento dei dati economico-finanziari, possiamo infatti definire il 2016 come un anno di svolta”.
Per il 2017 l’azienda intende portare avanti lo sviluppo clinico e industriale dei principali prodotti proprietari in sperimentazione, l’accesso al mercato di Zalmoxis per la terapia contro alcuni tumori del sangue nonché il proseguimento delle attività volte ad accrescere le collaborazioni aventi ad oggetto sviluppo e produzione dei prodotti cell & gene therapy svolti per conto terzi.