Nutraceutica, in Italia cresce il mercato degli integratori: +7,4%

Il comparto, secondo QuintilesIms Italia, fa registrare un incremento tra farmacie, parafarmacie e mass market e guida il settore del consumer health. Belpaese primo in Europa per spesa pro capite. I multivitaminici guidano la classifica

Il mercato della nutraceutica in Italia continua a crescere. Dal 2014 al 2016 ha fatto registrare, in valori, un incremento del 7,4% (tra farmacia, parafarmacia e mass market) diventando il traino del settore consumer health. A presentare i dati è QuintilesIms Italia, società attiva nell’informazione e nella tecnologia per il mondo della salute. Tra i Paesi europei, l’Italia si colloca al primo posto per spesa pro capite per prodotti nutraceutici: in media ogni italiano spende 41 euro all’anno, seguono Austria e Belgio (33 euro pro capite). Chiude la classifica la Francia con una spesa di 12 euro.

Nonostante il mercato consumer health nel 2016 abbia registrato una perdita dell’1% rispetto al 2015, il segmento degli integratori continua a trainare tutto il settore, soprattutto grazie a multivitaminici (incremento medio del 7,3% su 3 anni), integratori gastro-intestinali (+6,9%) e integratori cardiovascolari (+10,5%). Seguono quelli per il sistema urinario (+7,9%) e ricostituenti (+5,6%). Solo queste cinque categorie di nutraceutici occupano oltre il 70% del totale del mercato e continuano a crescere in media del 7,6%. Tra i fattori che determinano la crescita, il primo è l’innovazione: tra il 2015 e il 2016 i lanci di nuovi prodotti hanno vendite in uscita dai negozi per circa 230 milioni di euro.

Secondo QuintilesIMS Italia, i prodotti nutraceutici guadagnano terreno anche grazie alla raccomandazione da parte dei medici, che è sempre maggiore: pediatri e ginecologi sono tra gli specialisti che consigliano di più questo tipo di prodotti ai propri pazienti, e il 90% dei medici generici dichiara di consigliare integratori alimentari nella propria pratica quotidiana.

“Il mercato della nutraceutica rappresenta ormai un driver di crescita per tutto il mercato consumer health”, ha commentato Filippo Boschetti, head of marketing, strategy & innovation in ambito consumer health di QuintilesIms. “Ne è la prova anche l’attenzione sempre crescente che le farmacie stanno dando a questo segmento di mercato su cui oggi moltissimi farmacisti hanno deciso di puntare come leva di crescita per il proprio business”.