Aifa, Stefano Vella verso la presidenza. Giovedì l’intesa in Stato-Regioni

La scelta del ministro Lorenzin ricade sul direttore del Centro nazionale di salute globale dell'Istituto superiore di sanità (Iss). Esclusi dalla corsa Giuseppe Remuzzi (Istituto Mario Negri) e Carlo Gaudio (Università La Sapienza)

Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha deciso: Stefano Vella sarà il nuovo presidente dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). Il suo nome è stato comunicato alle Regioni dal ministro della Salute in una lettera che indica Vella, direttore del Centro nazionale di salute globale dell’Istituto superiore di sanità (Iss), come successore di Mario Melazzini, prima presidente e ora direttore generale dell’agenzia regolatoria. La ratifica della nomina è all’ordine del giorno della Conferenza Stato-Regioni convocata per giovedì 30 marzo.
Il nome di Vella ha prevalso sugli alti due che costituivano la rosa di esperti indicati dalle Regioni al ministero della Salute. Esclusi dalla corsa, dunque, Giuseppe Remuzzi, primario di Nefrologia e coordinatore del Centro di ricerche cliniche “Aldo e Cele Daccò” dell’Istituto Mario Negri – che aveva raccolto il maggior gradimento fra i governatori- e Carlo Gaudio, ordinario di Cardiologia alla Sapienza di Roma e già componente del Cda Aifa.