Vaccini, via libera dalla Camera: il decreto è legge

Approvato il testo, identico a quello già licenziato dal Senato, che introduce l’obbligo per dieci vaccinazioni. Contrari Lega Nord e M5S. Lorenzin: "Uno scudo protettivo per i nostri figli, che mette in sicurezza questa e le prossime generazioni"

Decreto vaccini, ultimo atto. È arrivato oggi, da Montecitorio, il via libera definitivo al testo che introduce l’obbligatorietà per dieci vaccinazioni ai fini dell’iscrizione a scuola. La Camera ha convertito in legge il testo del decreto 73/2017 con 296 voti favorevoli, 92 contrari e 15 astenuti. Per il “sì” la maggioranza di Governo e Forza Italia, per il “no” la Lega Nord e il Movimento Cinque Stelle. Astenuti i deputati di Fratelli d’Italia.

L’ok finale arriva dopo che, questa notte, l’assemblea di Montecitorio ha detto sì alla questione di fiducia posta dal Governo per l’approvazione del testo senza emendamenti e articoli aggiuntivi. La versione definitiva, dunque, è identica a quella approvata dal Senato la settimana scorsa. “Sono molto soddisfatta, oggi abbiamo dato uno scudo protettivo per i nostri figli rispetto a delle malattie molto gravi, quindi abbiamo messo in sicurezza questa e le prossime generazioni”, ha commentato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

Tutte le novità