Via libera Ue al biosimilare di adalimumab sviluppato da Samsung Bioepis

Approvato il farmaco messo a punto dalla joint venture Samsung BioLogics e Biogen. È indicato per diverse malattie infiammatorie croniche, tra cui artrite reumatoide, psoriasi, malattia di Crohn, colite ulcerosa e uveite

terapia cellulare

Arriva in Europa un nuovo biosimilare di adalimumab per il trattamento di diverse malattie infiammatorie croniche. La Commissione Europea ha autorizzato l’immissione in commercio della versione biosimilare dell’anti-TNF sviluppata da Samsung Bioepis, ovvero la joint venture tra Samsung BioLogics e Biogen. Il farmaco è approvato per il trattamento di artrite reumatoide, artrite giovanile idiopatica, spondiloartrite assiale, artrite psoriasica, psoriasi, psoriasi pediatrica a placche, idrosadenite suppurativa negli adulti e negli adolescenti, malattia di Crohn, malattia pediatrica di Crohn, colite ulcerosa e uveite.

Si tratta del terzo biosimilare anti-TNF di Biogen – spiega l’azienda in una nota – ad aver ottenuto autorizzazione all’immissione in commercio nell’Ue, dopo l’approvazione nel 2016 dei biosimilari di etanercept e infliximab. Con l’ultima approvazione, dunque, Biogen è la prima azienda farmaceutica ad avere in portafoglio biosimilari approvati delle tre terapie anti-TNF.

I farmaci  anti-TNF rappresentano una delle voci di spesa più consistenti per i farmaci in Europa, con una spesa di circa 8 miliardi di euro all’anno. L’arrivo dei biosimilari delle tre terapie anti-TNF più utilizzate, spiega la nota di Biogen, può generare nel complesso risparmi fino a 9,69 miliardi di euro entro il 2020