Ingegneria clinica, il gruppo Pantheon completa il rebranding e diventa Althea

Il nuovo marchio riunisce le otto aziende acquisite dal gruppo dal 2014 a oggi. Con la sua offerta, consente alle strutture sanitarie, pubbliche e private, di esternalizzare in modo integrato la gestione del parco tecnologico

Il Gruppo Pantheon riunisce tutte le sue controllate sotto il nuovo brand Althea, leader paneuropeo nei servizi integrati di ingegneria clinica. Si è concluso infatti il rebranding del gruppo controllato dai Fondi Permira. Il nuovo brand nasce dall’unione di otto aziende acquisite da Pantheon dal 2014 a oggi, tutte specializzate in diversi segmenti dell’healthcare: Higèa e TBS Group, tra i maggiori player europei nella manutenzione delle tecnologie medicali per strutture sanitarie pubbliche e private; Asteral, società inglese specializzata nell’acquisizione, gestione e rinnovo del parco tecnologico di interi reparti ospedalieri; MESA, MVS, Spintech e Sigil, fornitori di servizi multi-vendor per sistemi di diagnostic imaging; ESA, attiva nel ricondizionamento dei sistemi di diagnostica per immagini nel mercato Usa.

Con la sua offerta, Althea consente alle strutture sanitarie, pubbliche e private, di esternalizzare in modo integrato la gestione del parco tecnologico, supportando i propri clienti nel governo clinico di tutte le apparecchiature. Il Gruppo Althea, guidato dal Ceo Alessandro Dogliani, è presente in 15 Paesi, gestisce più di 1.400.000 apparecchiature medicali per oltre 1.700 strutture sanitarie. Con circa 3.000 dipendenti, Althea, vanta centri di eccellenza a Milano, Nashville (Stati Uniti), Theale (UK) e Mikolów (Polonia) dedicati ad attività di formazione e testing tecnologico sulle apparecchiature ospedaliere.